Notizie

immagine Celiachia: sempre meno diagnosi

Celiachia: sempre meno diagnosi

Nel 2017 sono stati registrati solo 8.000 casi in più di celiachia rispetto all'anno precedente, il tasso di crescita più basso dal 2008 ad oggi. Lo comunica l'Associazione Italiana Celiachia (AIC), sottolineando come ciò sia in larga parte dovuto all'aumento dei cosiddetti "pazienti-camaleonte", che presentano sintomi insoliti e difficili da ricondurre alla patologia. Tra questi troviamo: orticaria, afte ricorrenti, infertilità e abortività spontanea, mancanza di ferro cronica, ecc. tutti segni di celiachia che passano spesso inosservati. L'AIC continua la sua attività, dunque, per una maggiore consapevolezza che consenta una diagnosi certa di questa malattia, attraverso la promozione di convegni, screening gratuiti, specialisti a disposizione e menù gluten free nelle scuole.

immagine Le "mani pulite" degli italiani

Le "mani pulite" degli italiani

Una recente ricerca di Top Doctors (www.topdoctors.it) ha indagato a fondo nell'abitudine degli italiani a lavare le mani, ed è emerso che siamo abbastanza attenti a questa fondamentale pratica igienica, da ripetere - secondo gli esperti - per almeno 5 volte al giorno. Dai dati raccolti, infatti, poco meno della metà delle persone (46%) si lava le mani tra le 5 e le 10 volte al giorno; a cui si aggiungono un buon 15% che, a rischio fobia, ripete l'operazione per più di 10 volte. Quindi, a conti fatti, sei italiani su dieci si comportano positivamente.